Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

Finanziamenti

16 giugno 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

FINANZIAMENTI E CONTRIBUTI REGIONALI

Linea INTRAPRENDO

La misura favorisce e stimola l’imprenditorialità lombarda, mediante l’avvio e il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego con particolare attenzione alle iniziative intraprese da giovani (under 35 anni) o da soggetti maturi (over 50 anni) usciti dal mondo del lavoro o da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico, riducendo il tasso di mortalità e accrescendo le opportunità per la loro affermazione sul mercato.

    
Che cos'è
E' l’iniziativa di Regione Lombardia e Finlombarda S.p.A. per favorire e stimolare l’imprenditorialità lombarda, mediante l’avvio e il sostegno di nuove iniziative imprenditoriali e di autoimpiego, con particolare attenzione alle iniziative intraprese da under 35 anni o da over 50 anni senza lavoro o da imprese caratterizzate da elevata innovatività e contenuto tecnologico (coerentemente con la S3). 
 
A chi si rivolge
Il bando si rivolge ai seguenti soggetti:

  • MPMI, iscritte e attive al Registro delle Imprese da non più di 24 mesi, con Sede operativa attiva in Lombardia come risultante da visura camerale;
  • aspiranti imprenditori;
  • liberi professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività professionale da non più di 24 mesi;
  • aspiranti liberi professionisti in forma singola.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria del bando, assicurata da fondi europei, statali e regionali, ammonta ad € 15.000.000,00, di cui 13,5 milioni di euro, comprensivi degli oneri di gestione, per i finanziamenti agevolati a tasso zero e 1,5 milioni di euro per i contributi a fondo perduto.
Una quota, pari a 500mila euro, è riservata a soggetti con sede nell’Alta Valtellina individuata come Area Interna (area fragile del territorio nazionale) da Regione Lombardia in attuazione della nuova programmazione europea 2014-2020 a sostegno dello sviluppo delle aree soggette a spopolamento, isolamento geografico e bassi livelli nei servizi di cittadinanza.
     
Spese ammissibili
Per le MPMI e i Liberi Professionisti attivi da non più di 24 mesi, sono ammissibili le spese sostenute esclusivamente per la realizzazione dei progetti di avvio e/o sviluppo di MPMI e dei progetti di avvio e/o sviluppo di attività di lavoro libero-professionale, le cui fatture - e relative quietanze - decorrano dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda e fino al termine di realizzazione del progetto.
  
Per gli “aspiranti imprenditori” e gli “aspiranti liberi professionisti in forma singola”, sono ammissibili le spese sostenute, rispettivamente, dalla data di inizio attività della MPMI come da Visura camerale e dalla data di avvio dell’attività libero-professionale come da modello dell’Agenzia delle Entrate.
  
Le spese ammissibili devono riguardare:

  • nuovo personale, fino a un massimo del 30% delle spese totali ammissibili;
  • acquisto di beni strumentali materiali nuovi o usati o noleggio (ad es. attrezzature, hardware, macchinari, impianti, arredi, veicoli commerciali leggeri);
  • acquisto di beni immateriali (ad es. marchi e brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, licenze di produzione di know how e di conoscenze tecniche non brevettate, costi di prototipazione);
  • licenze di software nel limite massimo del 20% delle spese totali ammissibili;
  • servizi di consulenza o servizi equivalenti, non riferiti all’ordinaria amministrazione, fino a un massimo del 25% delle spese totali ammissibili;
  • affitto dei locali della sede operativa/luogo di esercizio, fino a un massimo di 12 mensilità di canone di locazione all’interno della durata di realizzazione del progetto;
  • acquisto delle scorte fino a un massimo del 10% delle spese totali ammissibili;
  • spese generali addizionali forfettarie per un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili del progetto.

Presentazione e selezione delle domande
La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente online a partire dalle ore 12 del 15 settembre 2016 collegandosi al sistema informativo SiAGE sino ad esaurimento risorse e comunque non oltre dicembre 2020.     
      
Endorsement
Per essere ammessi all’Intervento Finanziario, i Progetti presentati devono aver ricevuto uno o più endorsement, ossia una dichiarazione a supporto della qualità dell’idea imprenditoriale/professionale oggetto della domanda di partecipazione al Bando.
  
L'eventuale richiesta di endorsement alla Camera di Commercio di Como deve essere presentata per iscritto, compresa dei riferimenti anagrafici e di contatto del soggetto beneficiario del bando, via PEC all’indirizzo camera.commercio@co.legalmail.camcom.it o direttamente all’ufficio protocollo dell'Ente camerale.
Si precisa che la Camera di Commercio di Como prenderà in esame richieste di endorsement esclusivamente per progetti imprenditoriali o professionali la cui sede operativa sia identificata in provincia di Como.
La richiesta deve essere corredata dal modello di Business Plan richiesto dalla “linea Intraprendo - Bando per la presentazione di domande di interventi finanziari in attuazione della D.G.R. n. 5033/2016 ”, completo in ogni sua parte.
  
La Camera di Commercio provvederà a rispondere in forma scritta alla richiesta entro 20 gg. lavorativi dalla data di protocollazione della richiesta medesima.
Per informazioni in merito allo stato di avanzamento della richiesta è possibile contattare il Punto Nuova Impresa di Como all'indirizzo pni@co.camcom.it o telefonicamente ai recapiti 031.256.379/384.
Si precisa che l’endorsement non rappresenta una pre-valutazione del progetto imprenditoriale ma, come precisato dal bando (p.5.1), è una dichiarazione a supporto dell’idea imprenditoriale/professionale oggetto della domanda di partecipazione del bando stesso.
  
Si ricorda che il rilascio di un endorsement da parte dell'Ente non presuppone in alcun modo attività di istruttoria formale e/o di merito, che invece saranno effettuate dal soggetto gestore (p.13.1 e 13.2 del bando), individuato da Regione in Finlombarda S.p.a. (p. 3 del bando).

Informazioni
Per richiedere informazioni relative al bando è disponibile il seguente indirizzo di posta elettronica: Linea_INTRAPRENDO@regione.lombardia.it 


>> Vai al Bando



Pubblicato 13.07.2016




[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!