Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

Anno 2016

19 maggio 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

Anno 2016

Imprese già iscritte
La scadenza ordinaria del pagamento ordinario è il 16 giugno.
Il valore è ridotto del 40 % rispetto al 2014.
E' a disposizione il sito web tematico da utilizzare per il calcolo del diritto dovuto dall'impresa

 

IMPRESE ISCRITTE IN SEZIONE SPECIALE E SOGGETTI REA        Sede                       Unità locale
20% del diritto dovuto per la sede 
Imprese individuali € 52,80 € 10,56
Società semplici agricole € 60,00 € 12,00
Società semplici non agricole € 120,00 € 24,00
Società di cui al comma 2 dell'articolo 16 del d.lgs. n. 96/2001 € 120,00 € 24,00
Imprese con sede principale all’estero: per ciascuna unità locale/sede secondaria € 66,00 € 66,00
I soggetti iscritti al REA versano solo per la sede un diritto fisso pari a € 18,00  


Gli importi sopra indicati son già determinati ai sensi del comma 1 dell’articolo 28 del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, quindi già ridotti del 40%

  
Unità locali

Le imprese che esercitano attività economica anche attraverso unità locali devono versare, per ciascuna di esse, alla Camera di Commercio nel cui territorio ha sede l’unità locale, un diritto pari al 20% di quello dovuto per la sede principale
   
Arrotondamento
Le misure riportate sono riferite all'importo esatto, mentre ai fini del versamento dell'importo del diritto da versare a ciascuna camera di commercio occorre, quando necessario, provvedere all'arrotondamento all'unità di euro secondo il criterio richiamato nella nota del Ministero dello Sviluppo Economico n. 19230 del 30/03/2009 (se la prima cifra dopo la virgola è uguale o superiore a 5, l’arrotondamento va effettuato per eccesso, se la prima cifra dopo la virgola è inferiore a 5, l’arrotondamento va effettuato per difetto). Il calcolo dell'importo da versare per le imprese che esercitano attività anche tramite unità locali, sarà determinato sommando all’importo dovuto per la sede, l’importo di ciascuna unità locale espresso in centesimi, moltiplicato per il numero delle unità locali. Esempio: sede + unità locale: 52,80 + 10,56 =63,36 arrotondato a  63.
 
  
Importi per imprese iscritte in sezione ordinaria
L’importo da versare si ottiene applicando al fatturato complessivo realizzato nel 2015 la misura fissa e le aliquote riportate nella sottostante tabella. Il diritto da versare si determina sommando gli importi dovuti per ciascun scaglione, considerando la misura fissa e le aliquote per tutti i successivi scaglioni fino a quello nel quale rientra il fatturato complessivo realizzato dall’impresa, mantenendo nella sequenza di calcolo cinque cifre decimali.

 

IMPRESE ISCRITTE NELLA SEZIONE ORDINARIA
SCAGLIONI DI FATTURATO
                                  llllllllllllllllllllllllllllllllllll
 ALIQUOTE                              lllllll
- Società in nome collettivo
- Società in accomandita semplice
- Società di capitali
- Società cooperative
- Società di mutuo soccorso
- Consorzi con attività esterna
- Enti economici pubblici e privati
- Aziende speciali e consorzi previsti dal D.Lgs. n. 267/2000
- GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico
da euro
            a euro                                 
 
  0,00 100.000,00 € 200,00
(misura fissa)
  oltre           100.000,00 250.000,00 0,015%
  oltre           250.000,00 500.000,00 0,013%
  oltre           500.000,00 1.000.000,00 0,010%
  oltre        1.000.000,00 10.000.000,00 0,009%
  oltre      10.000.000,00 35.000.000,00 0,005%
  oltre      35.000.000,00 50.000.000,00 0,003%
  oltre      50.000.000,00   0,001%
(fino ad un massimo di
€ 40.000,00)
Per i soggetti di cui sopra, all’importo così determinato bisogna aggiungere un diritto per ciascuna unità locale o sede secondaria     20% del diritto dovuto per la sede
fino ad un massimo di
€ 200,00
per ciascuna unità locale


Gli importi complessivi cosi' determinati dovranno essere ridotti del 40% (come previsto dal comma 1 dell’articolo 28 del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90) e successivamente arrotondati.

   
Anche la misura fissa da utilizzare nel calcolo nell'importo integrale di 200,00 euro è soggetta alla conclusione del calcolo alla riduzione complessiva del 40%, con la conseguenza che per le imprese con fatturato fino a 100.000,00 euro l'importo da versare è pari a 120,00 euro; anche l'importo massimo da versare, indicato nella tabella in 40.000,00 euro, è soggetto alla riduzione del 40%, con la conseguenza che in nessun caso l'importo da versare sarà superiore a 24.000,00 euro.
  
Imprese individuali
Le imprese individuali non piccole e dunque iscritte o annotate nella Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese versano per la sede un diritto fisso pari a 120,00 euro ed  24,00 euro per ciascuna unità locale.

Unità locali
Le imprese che esercitano attività economica anche attraverso unità locali devono versare, per ciascuna di esse, alla Camera di Commercio nel cui territorio ha sede l’unità locale, un diritto pari al 20% di quello dovuto per la sede principale fino ad un massimo di 120 euro per ogni unità locale. Le unità locali di imprese aventi la sede principale all’estero e le sedi secondarie di imprese aventi la sede principale all’estero versano, in favore della Camera di Commercio nella quale ha sede l’unità locale o la sede secondaria, un diritto di 66,00 euro.

Arrotondamento
Va eseguito un unico arrotondamento finale, dopo aver eseguito tutti i conteggi intermedi per sede ed unità locali mantenendo cinque decimali,  secondo il criterio richiamato nella nota del Ministero dello Sviluppo Economico n. 19230 del 30/03/2009.
L’importo finale va arrotondato all’unità di euro (per eccesso se la prima cifra dopo la virgola è uguale o superiore a 5; per difetto se la prima cifra dopo la virgola è inferiore a 5)  secondo la seguente formula: Importo sede + (importo singola unità locale x numero unità locali) = importo totale da arrotondare.

   
Nuove iscrizioni
L’art. 28, comma 1, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito con modificazioni nella legge 11 agosto 2014  n. 114  ha previsto per l’anno 2016  la  riduzione del  40% del diritto annuale rispetto agli importi previsti per l’anno 2014.
     
Il Ministero dello Sviluppo Economico, con nota n. 0279880 del 22 dicembre 2015, ha stabilito gli  importi del diritto annuale per i soggetti che si iscrivono nel  Registro delle Imprese e nel REA  a decorrere dal 1° gennaio 2016. 
         

a) IMPRESE ISCRITTE NELLA SEZIONE SPECIALE

SEDE

UNITA’ LOCALE (20% dell’importo previsto per la sede)

 

Imprese individuali (piccoli imprenditori, artigiani , coltivatori diretti e imprenditori agricoli)

 € 53,00

€ 11,00

Società semplici agricole

€ 60,00

€ 12,00

Società semplici non agricole

€ 120,00

€ 24,00

Società tra avvocati previste dal D.Lgs. 96/2001

€ 120,00

€ 24,00

 

b) IMPRESE ISCRITTE NELLA SEZIONE
ORDINARIA

- Imprese individuali (imprenditori commerciali

- Società in nome collettivo

- Società in accomandita semplice

- Società di capitali

- Società cooperative

- Società di mutuo soccorso

- Consorzi con attività esterna

- Enti economici pubblici e privati

- Aziende speciali e consorzi previsti dalla L. 267/2000

- GEIE - Gruppo Europeo di Interesse Economico

€ 120,00 € 24,00

 

c) IMPRESE CON SEDE PRINCIPALE ALL’ESTERO

per ciascuna unità locale/sede secondaria

€ 66,00

 

 

 

SOGGETTI ISCRITTI AL REA

SEDE

UNITA’ LOCALE

 

€ 18,00

/

 


[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!