Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

Deposito di Marchi

19 maggio 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

Deposito di Marchi

Il marchio d'impresa è un segno che contraddistingue i prodotti o i servizi offerti da un'impresa sul mercato, attribuendo al titolare il diritto di avvalersene in modo esclusivo.
Possono costituire oggetto di registrazione come marchio d'impresa tutti i segni suscettibili di essere rappresentati graficamente  in particolare:

  • le parole, compresi i nomi di persone
  • i disegni
  • le lettere
  • le cifre
  • i suoni
  • la forma del prodotto o della confezione di esso
  • le combinazioni o le tonalità cromatiche

 
Le fonti normative che disciplinano i marchi e gli altri segni distintivi si trovano nella nostra legge nazionale, nell'ordinamento comunitario ed in alcune convenzioni internazionali.
 
I requisiti di validità del marchio
Il marchio per poter godere di protezione deve rispettare i  tassativi requisiti di validità prescritti dalla legge:

  • capacità distintiva: l'attitudine a distinguere prodotti o servizi di un'impresa rispetto ai prodotti o ai servizi di un'altra.
    In tal senso non possono costituire oggetto di registrazione come  marchio d'impresa i segni  privi di carattere distintivo ed in particolare  quelli contenenti indicazioni generiche e  descrittive  di prodotti o servizi.
    Sono esclusi dalla registrazione i marchi contenenti segni idonei a designare la specie, la  qualità, la quantità, la destinazione, il valore, la provenienza geografica ovvero l'epoca di  fabbricazione del prodotto o  della prestazione del servizio o delle caratteristiche del  prodotto o del servizio.
  • novità: assenza sul mercato di un segno identico o simile per differenziare prodotti o servizi uguali o affini.
    La novità sussiste se il marchio precedente sia scaduto da oltre due anni, o sia decaduto per  non uso quinquennale.
    Un marchio è carente del requisito della novità quando lo stesso appare  identico o simile  ad un segno che al momento del deposito della  domanda di registrazione, sia già noto ed  utilizzato da terzi per prodotti o servizi identici o affini.
  • liceità: conformità del segno all'ordine pubblico e al buon costume.

 
Effetti della registrazione

Attraverso la registrazione di un marchio si ottiene la tutela contro eventuali registrazioni successive dello stesso marchio o di marchi simili.
Gli effetti della prima registrazione decorrono dalla data di deposito della domanda ed hanno durata decennale. Alla scadenza del termine decennale è consentito il rinnovo del marchio per un ulteriore termine decennale.
Chi possiede un marchio registrato ha l'esclusiva dell'uso, per i prodotti e servizi specificati, su tutto il territorio nazionale.
 
Estinzione del marchio
Le cause di estinzione di un marchio sono:

  • il mancato rinnovo;
  • la rinuncia del titolare;
  • la sopravvenuta contrarietà del segno alla legge, all'ordine pubblico o al buon costume;
  • la perdita del carattere distintivo nel corso degli anni: in questo caso il marchio diviene denominazione generica del prodotto o del servizio (es: Biro);
  • la decadenza per mancato uso entro cinque anni dalla data di registrazione o la sospensione dell'utilizzo per un periodo di cinque anni.

  
Come fare per accedere al servizio
E' possibile effettuare il deposito di un marchio telematicamente attraverso Telemaco con l'utilizzo della firma digitale oppure direttamente presso gli sportelli camerali.

Ai fini del deposito cartaceo occorre presentare:

  • N. 5 copie del Modulo compilato a PC
    La domanda è soggetta all'imposta di bollo (1 marca da bollo da € 16,00 ogni 4 pagine)

 

ATTENZIONE:

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha comunicato che, a partire dal 20 maggio 2014,  i marchi depositati in Italia dovranno avere gli stessi criteri di armonizzazione a quelli individuati dall'UAMI  (Ufficio Marchi Comunitari) in particolare per quanto riguarda  l'esatta interpretazione dei titoli delle Classi della Classificazione di Nizza.
L'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, dalla data predetta, non accetterà più la semplice dichiarazione del titolare tesa ad ottenere la protezione dell'intera classe ma occorrerà  procedere ad una elencazione puntuale e dettagliata dei prodotti e servizi rivendicati.
A tal fine:

  • il deposito  del marchio dovrà contenere l'elencazione analitica dei beni e servizi che si intendono proteggere, preceduti dal numero della classe. Il titolo completo della classe coprirà soltanto il significato letterale dei termini utilizzati e non sarà più ammessa la frase standard per indicare l'intenzione del depositante di proteggere tutti i prodotti/servizi della lista alfabetica di quella classe.
  • se il termine che identifica prodotti o servizi che il marchio deve contraddistinguere, non è presente nelle banche dati, per procedere alla classificazione si potranno consultare prodotti/servizi assimilabili a quello prescelto.


 
Documentazione:

 
         
Costi
Consultare la pagina Costi, diritti, modalità di pagamento per conoscere gli importi aggiornati. 
 
Moduli e manuali
Consultare la pagina Modulistica dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi per scaricare la modulistica aggiornata e per visionare le nuove disposizioni.



Riferimenti

  • Regolazione e tutela del mercato - Brevetti e marchi
  • Via Parini 16 - 22100 Como (Sportello 009)
  • Tel. 031/256.511 - 536 Fax.031/256.354
  • E-mail: brevetti@co.camcom.it
  • Orari: da lunedý a venerdý dalle 9:00 alle 12.00

[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!