Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

Deposito di invenzione industriale

23 maggio 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

Deposito di invenzione industriale

L'invenzione è una soluzione nuova ed originale ad un problema tecnico, destinata ad essere realizzata ed applicata in campo industriale.
Il diritto di sfruttamento esclusivo conseguito a seguito della brevettazione dell'invenzione ha durata ventennale, decorrente dalla data di deposito della domanda. Il limite ventennale è improrogabile.
 
Ai sensi dell'art. 2585 c.c. sono invenzioni brevettabili:

  • un metodo o un processo di lavorazione industriale;
  • una macchina;
  • uno strumento;
  • un utensile o un dispositivo meccanico;
  • un prodotto o un risultato industriale;
  • l'applicazione tecnica di un principio scientifico, purché essa dia immediati risultati industriali.

 
Ai sensi dell'art. 45 d.lgs. 30/2005 (Codice della Proprietà Industriale) non vengono considerate invenzioni:

  • le scoperte, le teorie scientifiche, i metodi matematici;
  • i piani, i principi ed i metodi per attività intellettuali, per gioco o per attività commerciale ed i programmi di elaboratore;
  • le presentazioni di informazioni ( es: allestimenti di tabelle, formulari);
  • i metodi per il trattamento chirurgico o terapeutico del corpo umano o animale e i metodi di diagnosi applicati al corpo umano o animale;
  • le razze di animali ed i procedimenti biologici per l'ottenimento delle stesse.

     
I requisiti di validità dell'invenzione
I requisiti di validità dell'invenzione ai fini della sua brevettabilità sono quattro:

  • novità: l'invenzione non deve essere compresa nello stato della tecnica. Per stato della tecnica si intende tutto ciò che è accessibile al pubblico in Italia o all'estero;
  • attività inventiva: l'invenzione deve rappresentare un'apprezzabile progresso tecnico. Non deve, pertanto, apparire ovvia ad un esperto del settore a cui l'invenzione appartiene;
  • industrialità: l'oggetto dell'invenzione deve poter essere fabbricato o utilizzato in qualsiasi genere di industria, compresa quella agricola;
  • liceità: è preclusa la brevettabilità delle invenzioni la cui attuazione risulta contraria all'ordine pubblico o al buon costume.

   
Cosa fare per accedere al servizio 

E' possibile effettuare il deposito dell'Invenzione industriale telematicamente attraverso Telemaco con l'utilizzo della firma digitale oppure direttamente presso gli sportelli camerali. 
 
Per depositare la domanda occorre presentare i seguenti documenti firmati in originale dal titolare o dal legale rappresentante se si tratta di società:

  • Modulo compilato tramite pc in cinque copie;
  • Riassunto del trovato (breve descrizione) in una copia;
  • Descrizione particolareggiata che evidenzi le finalità che si intendono raggiungere;
  • Rivendicazioni suddivise per punti(1, 2 , 3, ecc) in una copia (indicare brevemente, ma con chiarezza, le parti essenziali e nuove del trovato; ogni rivendicazione deve riferirsi ad una sola delle parti che si intende rivendicare);
  • Traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni, allegata come documento a parte in una copia.
  • Disegni

La descrizione, il riassunto, le rivendicazioni ed i disegni allegati alle domande di brevetto devono essere riportati su carta bianca in formato A4.
 
La descrizione, il riassunto e le rivendicazioni devono avere un margine superiore, inferiore, a destra e a sinistra di almeno cm. 2,5. 
  
Il testo deve essere scritto con interlinea di cm. 1,5. Non e' consentito superare le 25 linee di scrittura per pagina. 
 
I disegni devono essere numerati progressivamente e le eventuali lettere o numeri in essi contenuti che ne contraddistinguono le varie parti devono essere richiamati nella descrizione.
   
  
Costi
Consultare la pagina Costi, diritti, modalità di pagamento per conoscere gli importi aggiornati.

   
Moduli e manuali
Consultare la pagina Modulistica dell'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi per scaricare la modulistica aggiornata e per visionare le nuove disposizioni.

Riferimenti

  • Regolazione e tutela del mercato - Brevetti e marchi
  • Via Parini 16 - 22100 Como (Sportello 009)
  • Tel. 031/256.511 - 536 Fax.031/256.354
  • E-mail: brevetti@co.camcom.it
  • Orari: da lunedý a venerdý dalle 9:00 alle 12.00

[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!