Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

Deposito di Brevetti

25 maggio 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

Deposito di Brevetti

Il brevetto è un titolo giuridico in forza del quale viene conferito un monopolio temporaneo di sfruttamento sul trovato oggetto dello stesso.
Attribuisce al titolare il diritto esclusivo di:

  • realizzarlo, disporne o commercializzarlo;
  • vietare a terzi di produrlo, usarlo, metterlo in commercio, venderlo o importarlo

Ai sensi dell'art. 2 d.lgs 30 del 2005, Codice della Proprietà Industriale coordinato ed aggiornato con d.lgs 13 agosto 2010 n. 131 e d.l 29 dicembre 2011 n. 216 conv. con l. 24 febbraio 2012 n. 14, sono oggetto di brevettazione:

  • invenzioni;
  • modelli di utilità;
  • modelli ornamentali;
  • nuove varietà vegetali;
  • prodotti semiconduttori.

La durata varia a seconda della tipologia di brevetto.
   
I diritti nascenti dal brevetto

Al soggetto che ha ottenuto la registrazione di un brevetto vengono riconosciuti sia i diritti morali che quelli patrimoniali.

  • Il diritto morale consiste nel riconoscimento della paternità dell'invenzione. E' un diritto strettamente personale in quanto connesso indissolubilmente alla persona cui è attribuibile il merito dell'idea, e non ha valore economico.
    Il diritto di paternità permane anche dopo la morte dell'inventore, ed in sua vece  potrà essere esercitato da un coniuge e dai parenti più prossimi fino al quarto grado incluso.
    In caso di violazione l'autore del brevetto potrà agire giudizialmente per impedire l'utilizzo illecito. Trattandosi di un diritto non patrimoniale non potrà chiedere alcun risarcimento pecuniario a meno che la violazione non si concretizzi in un'ipotesi di reato.
  • Il diritto patrimoniale riguarda sia il diritto di sfruttare economicamente la soluzione innovativa, che il diritto dell'autore di ottenere dall'UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) la concessione del brevetto, ove lo stesso sia dotato dei requisiti prescritti.

   
Nullità del brevetto

Il brevetto è nullo se:

  • è privo dei requisiti richiesti;
  • rientra in una delle fattispecie espressamente escluse dalla brevettabilità;
  • la descrizione non è sufficientemente chiara e completa;
  • l'oggetto si estende oltre il contenuto della domanda iniziale;
  • il titolare non aveva diritto ad ottenerlo.  

  
Decadenza del brevetto

Il brevetto decade se:

  • non vengono corrisposte le tasse entro i limiti stabiliti;
  • entro due anni dalla concessione della prima licenza obbligatoria, il trovato non viene attuato o viene attuato in misura insufficiente.

  
Estinzione del brevetto

Il brevetto si estingue:

  • alla scadenza del termine;
  • per rinuncia del titolare



[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!