Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

MUD- Modello Unico Dichiarazione ambientale

19 maggio 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

MUD- Modello Unico Dichiarazione ambientale

Sul supplemento ordinario n. 8 alla G.U. n.45 del 22 febbraio 2019, è stato pubblicato il D.P.C.M. 24 dicembre 2018 che contiene il modello e le istruzioni per la presentazione del Modello Unico di dichiarazione ambientale con riferimento all'anno 2018.

Restano immutati:

  • struttura del modello
  • soggetti obbligati alla presentazione
  • modalità di presentazione
  • diritti di segreteria (prestare attenzione al nuovo numero di conto corrente e di IBAN della Camera di Commercio di Como)

Non vi sono modifiche per le dichiarazioni dei produttori di rifiuti.

La data di scadenza per la presentazione del mud 2019 è il 22 giugno 2019.

Per maggiori informazioni consultare il sito di Ecocamere.


ATTENZIONE
 

Per la presentazione della Comunicazione Rifiuti Semplificata non è più ammessa la spedizione cartacea, ma unicamente l'invio via PEC. (Istruzioni specifiche nel paragrafo sottostante)


>> Consulta la guida dedicata
>> Visualizza i chiarimenti del Ministero dell’Ambiente per la compilazione della scheda autorizzazioni


Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale è articolato in sei Comunicazioni:

  1. Comunicazione Rifiuti
  2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  3. Comunicazione Imballaggi. Composta dalla Sezione Consorzi e dalla Sezione Gestori Rifiuti di imballaggio.
  4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche
  5. Comunicazioni Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

Chi

1. Comunicazione Rifiuti:

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti
  • Commercianti ed intermediari senza detenzione
  • Imprese e enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti
  • Imprese e enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, da lavorazioni artigianali e da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi (così come previsto dall'articolo 184 comma 3 lettere c), d) e g))
  • le istruzioni riportano inoltre: imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con volume di affari annuo superiore a euro 8.000. In base alla Legge 28 dicembre 2015 le imprese agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01, 96.02.02 e 96.09.02 assolvono all'obbligo di presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale, di cui al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, attraverso la compilazione e conservazione, in ordine cronologico, dei formulari di trasporto.

   
Comunicazione rifiuti semplificata
Possono compilare la scheda rifiuti speciali semplificata i dichiaranti per i quali ricorrono contemporaneamente le seguenti condizioni:

  • Sono produttori iniziali di non più di 7 rifiuti da dichiarare

  • I rifiuti sono prodotti nell'unità locale cui si riferisce la dichiarazione

  • Per ogni rifiuto non si utilizzano più di 3 trasportatori e più di 3 destinatari.

2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso:

  • Tutti i soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei veicoli rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 209/2003.

  • Nel caso in cui si producano anche altri rifiuti non rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 209/2003, si dovrà compilare anche la Comunicazione Rifiuti

3. Comunicazione Imballaggi:

  • Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c) D.Lgs. 152/2006

  • Sezione Gestori rifiuti di imballaggio: impianti autorizzati a svolgere operazioni di gestione di rifiuti di imballaggio di cui all’allegato B e C della parte IV del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e s.m.i.

4. Comunicazione Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

  • Tutti i soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs 49/2014

  • Nel caso in cui si producano o gestiscano anche altri rifiuti non rientranti nel campo di applicazione del D.Lgs. 49/2014 si dovrà compilare anche la Comunicazione Rifiuti

5. Comunicazione Rifiuti Urbani e Assimilati

  • Soggetti istituzionali responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati

6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

  • Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Aee (art 29, c.6 D.Lgs.49/2014). I sistemi di gestione collettiva possono comunicare i dati per conto dei propri iscritti.

Come

Comunicazione Rifiuti Semplificata:

  1. Compilare la comunicazione inserendo i dati nel portale mudsemplificato.ecocerved.it ottenendo così il file in formato PDF stampabile della Comunicazione Rifiuti Semplificata

  2. Il dichiarante firma con firma autografa la comunicazione MUD cartacea 

  3. Trasformare la comunicazione cartacea firmata in un documento elettronico in formato PDF, necessario per l’invio a mezzo Posta Elettronica Certificata.

  4. L’unico file PDF che dovrà essere trasmesso a mezzo posta elettronica certificata (PEC), dovrà contenere:
    o Copia della Comunicazione Rifiuti semplificata firmata dal dichiarante,
    o Copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,
    o La copia del documento di identità del sottoscrittore (se la comunicazione è firmata digitalmente, non è necessario inserire la copia del documento d’identità)

  5. Trasmettere via PEC all’indirizzo unico comunicazioneMUD@pec.it il file in formato pdf ottenuto.

  6. Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante.

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta.


Comunicazioni con obbligo di trasmissione telematica tramite il sito www.mudtelematico.it:

(utilizzando il software fornito da Unioncamere o altri software che, a conclusione della compilazione, generino un file organizzato secondo i tracciati record previsti dall’Allegato 4 al DPCM e messi a disposizione nei siti previsti, tra i quali www.ecocerved.it.)


Comunicazione Rifiuti ( non semplificata)
Comunicazione Veicoli Fuori Uso
Comunicazione Imballaggi
Comunicazione RAEE

Il file che viene trasmesso può contenere le dichiarazioni relative a più unità locali, sia appartenenti ad un unico soggetto dichiarante che appartenenti a più soggetti dichiaranti (dichiarazione multipla).

Ogni dichiarazione può contenere varie Comunicazioni (p.es. Comunicazione Rifiuti elettrici ed elettronici e Comunicazione Rifiuti).
   
Nel decreto sopra citato è riportato il modello cartaceo solo ed esclusivamente a titolo esemplificativo e lo stesso non può essere utilizzato per la compilazione e la presentazione (ad esclusione della dichiarazione semplificata). 
    
Non sono valide ai fini di legge le dichiarazioni inviate con modalita' diverse dall'invio telematico, quali ad esempio, i supporti magnetici.
        
Per la trasmissione telematica è necessario essere in possesso di un dispositivo di firma digitale (Smart Card o Carta Nazionale dei Servizi o Business Key) valido al momento dell'invio.
              
Le associazioni di categoria, i professionisti e gli studi di consulenza possono inviare telematicamente i MUD per conto dei propri associati o clienti apponendo ad ogni invio la propria firma elettronica sulla base di espressa delega scritta dei propri associati o clienti che deve essere mantenuta presso la sede delle medesime associazioni e studi. Gli associati e i clienti restano responsabili della veridicità dei dati dichiarati.

             
Comunicazione Produttori AEE:

Tamite il sito www.registroaee.it. E' necessario disporre del dispositivo di firma digitale dotato di certificato di autenticazione valido e intestato al legale rappresentante.

      
Comunicazione Rifiuti Urbani e Assimilati e raccolti in convenzione: 

Esclusivamente via telematica tramite il sito www.mudcomuni.it.

Il modello allegato al decreto è esclusivamente a titolo esemplificativo e non può essere utilizzato per la compilazione e la presentazione della dichiarazione.
   
I dichiaranti possono utilizzare un Web Service per inserire all'interno del portale www.mudcomuni.it i dati relativi alla raccolta e al conferimento di rifiuti urbani, assimilabili e raccolti in convenzione che il dichiarante ha già inserito nei propri sistemi informativi nel corso della gestione alla quale la comunicazione MUD annuale fa riferimento. Si vedano specifiche sul sito www.mudcomuni.it.
  
I dichiaranti, dopo aver compilato la comunicazione via telematica, devono trasmetterla alla Camera di Commercio competente per territorio: la trasmissione può avvenire via PEC o via telematica.
  
Spedizione via telematica:

Occorre essere in possesso di un dispositivo contenente il certificato di firma digitale valido al
momento dell'invio ed effettuare il pagamento del diritto di segreteria mediante carta di credito prima dell'invio.
  
Spedizione via PEC:

I soggetti che non dispongono di firma digitale o non sono in grado di effettuare on line il versamento del diritto di segreteria adempiono all’obbligo con la procedura di seguito descritta:

  • Compilare la Comunicazione inserendo i dati nel portale www.mudcomuni.it.
  • Stampare la Sezione anagrafica prodotta automaticamente dalla procedura sul sito www.mudcomuni.it,
  • La comunicazione MUD in formato cartaceo dovrà riportare la firma autografa del dichiarante e dovrà essere trasformata in un documento elettronico in formato PDF, necessario per l’invio a mezzo Posta Elettronica Certificata.
  • L’unico file PDF che dovrà essere trasmesso a mezzo PEC, dovrà contenere:
    • La copia della Sezione Anagrafica firmata dal dichiarante,
    • La copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,
    • La copia del documento di identità del sottoscrittore (se la comunicazione è firmata digitalmente, non è necessario inserire la copia del documento d’identità).
  • Trasmettere via PEC all’indirizzo unico comunicazioneMUD@pec.it il file in formato pdf ottenuto.
  • Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale dell’ente dichiarante.

La casella PEC non potrà fornire alcun tipo di risposta ai messaggi pervenuti che non contengano una comunicazione MUD composta nel modo descritto.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta.
  

Termini per la presentazione delle dichiarazioni
Il termine per la presentazione di tutte le comunicazioni MUD è il 22 giugno 2019.  
  
  

Modifiche o integrazioni
Eventuali modifiche e integrazioni possono essere comunicate unicamente mediante l'invio di una nuova comunicazione completa anche dei dati già dichiarati che annulla e sostituisce la precedente e da inviare con le stesse modalità.


Il nuovo invio comporta un nuovo pagamento dei diritti di segreteria e, nel caso sia presentata oltre il termine di scadenza, alle sanzioni previste dalla normativa vigente.
   
Per maggiori informazioni e per visionare il D.P.C.M. 24 dicembre 2018 si rimanda al sito di Ecocamere



Moduli e manuali
Consultare la pagina Moduli e manuali per scaricare la modulistica aggiornata e per visionare le nuove istruzioni.


Costi
Consultare la pagina Costi, diritti, modalità di pagamento per conoscere gli importi aggiornati.
  

Riferimenti

  • Sviluppo Impresa - Ambiente e SostenibilitÓ
  • Via Parini 16 - 22100 Como (Stanza 012)
  • Tel. 031/256.386 Fax.031/256.501
  • E-mail: ambiente@co.camcom.it
  • Orari: Lo Sportello riceve su appuntamento dal lunedý al venerdý dalle 8:45 alle 12:15

[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!