Questo sito utilizza cookie per inviarti informazioni sulla nostra organizzazione in linea con i tuoi interessi/le tue preferenze e cookie di analisi statistica di terze parti anche per fini non tecnici. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Se accedi ad un qualunque elemento soprastante questo banner acconsenti all'uso di tutti i cookie.
Chiudi

RIMUOVI

Protesti cambiari

19 maggio 2019


Menu di navigazione rapido


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]


[ inizio pagina ]

Contenuto Principale della pagina

Protesti cambiari

Legge 18 agosto 2000, n. 235 - D.L. 9 agosto, n. 316 
Regolamento di cui al Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico 310/2000.
   
Il protesto è un atto giuridico, in forma scritta, con il quale un Pubblico Ufficiale autorizzato accerta l'avvenuta presentazione di una cambiale o di un assegno al debitore (protestato) e il rifiuto da parte dello stesso di pagare o accettare il titolo.
    
Le Camere di Commercio pubblicano, nel Registro Informatico dei Protesti, gli elenchi dei protesti cambiari, trasmessi dai Publici Ufficiali.
Tale Registro contiene i protesti, non cancellati, per 5 anni dalla data della loro pubblicazione ed è accessibile al pubblico consultando i terminali remoti degli utenti collegati al sistema informatico della Camere di Commercio, oppure presso lo sportello preposto della Camera di Commercio di Como.

La consultazione avviene mediante richiesta di "visura" riferita al nominativo/denominazione del soggetto protestato o di "certificato" che a differenza della visura, contiene solo l'indicazione di "esistenza/non esistenza" protesti nella Regione in questione.


Cancellazione dal Registro Informatico del protesto di cambiali
La  cancellazione dei protesti dal Registro Informatico è prevista solamente nei caso in cui il debitore:

  • abbia effetturato il pagamento della cambiale/tratta entro 12 mesi dalla levata del protesto;
  • sia stato protestato illegittimamente/erroneamente;
  • abbia ottenuto dal Tribunale la Riabilitazione prevista dall'art. 17 della legge 108/1996 (per poter richiedere la Riabilitazione deve essere trascorso un anno dalla data dell'ultimo protesto).

Per ottenere la cancellazione di un protesto dal Registro Informatico è necessario presentare domanda di cancellazione alla Camera di Commercio allegando uno dei seguenti documenti​:

  • Il titolo protestato, debitamente quietanzadato dalla banca ed atto di protesto, qualora il pagamento sia stato effettuato entro 12 mesi dalla data del protesto (è prervista la cancellazione del protesto di assegni solo nel caso di errore/illegittimità della levata ovvero di riabilitazione del debitore protestoto da parte del Tribunale)
  • Il decreto di riabilitazione in copia conforme all'originale accordato dal Tribunale
  • La documentazione comprovante l'illegittimità/erroneità della levata del protesto

L'istanza di cancellazione può essere presentata anche da persona diversa dal debitore, opportunamente delegata. Per le persone fisiche, allegare alla delega copia del documento di identità del delegante; per le persone giuridiche, predisporre la delega su carta intestata.
  

Costi, diritti e modalità di pagamento
Per visure e certificati
Diritto di segreteria da versare direttamente, in contanti o utilizzando i mezzi di pagamento elettronico, di:

  • € 2,00 per visure protesti 
  • € 5,00 per certificazioni protesti, più eventuale imposta di bollo di € 16,00

Per cancellazione

  • Marca da bollo di € 16,00 da applicare all'istanza di cancellazione
  • Diritto di segreteria di € 8,00, per ogni titolo del quale si chiede la cancellazione, da versare direttamente in contanti.


Moduli


Dove andare

  • Sede di Como: sportelli Piano Terra: Protesti Cambiari (u.o. Regolamentazione e Tutela del mercato)
  • Sezione di Cantù: sportelli

    >> Vedi riferimenti, orari e contatti delle varie sedi

Riferimenti

  • Regolazione e tutela del mercato - Protesti
  • Via Parini 16 - 22100 Como (Stanza 007)
  • Tel. 031/256.536-511 Fax.031/256.354
  • E-mail: protesti@co.camcom.it
  • Orari: Lunedý, martedý, giovedý, venerdý dalle 8:45 alle 12.15; mercoledý (giornata del cittadino) dalle 8.30 alle 12.15

[ inizio pagina ]

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!